,

Alfa Romeo Giulia e Giulietta: brutte notizie da Cassino, rallenta la produzione

Alfa Romeo cassino

Arrivano brutte notizie dallo stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Cassino. Quella che inizialmente sembrava una mera indiscrezione inizia a trovare fondamento e conferma. E’ stato infatti comunicato un rallentamento della produzione di Alfa Romeo Giulia e Giulietta in ottobre. Si tratta di una novità in forte contro tendenza con quanto accaduto nello stabilimento di Piedimonte San Germano nei mesi precedenti, dove da Maggio a Giugno la produzione di veicoli targati Alfa Romeo è andata sempre più ad aumentare. Questi sono i primi segnali negativi che arrivano da questi stabilimento dopo molto tempo.

Alfa Romeo Giulia e Giulietta calano gli ordini si ferma la produzione

Ricordiamo che Fiat Chrysler Automobiles di Cassino rappresenta lo stabilimento centrale per il rilancio del Biscione nel mondo dei motori. Infatti qui verranno realizzate alcune delle più importanti vetture previste per il futuro prossimo a partire dal primo Suv del Biscione Alfa Romeo Stelvio. Il motivo di questo rallentamento sarebbe in parte dovuto a motivi tecnici ed in parte ad un sensibile calo delle ordinazioni. La produzione di Alfa Romeo Giulietta si è fermata lunedì scorso, oggi e si fermerà anche il 24 e il 28 ottobre. Secondo i sindacati sarebbero ancora circa 1200 i lavoratori che rientrano nel provvedimento dell’ex cassa integrazione, i cosiddetti contratti di solidarietà.

Leggi anche: Alfa Romeo ammiraglia 2018: prime foto spia del progetto 961

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: calano gli ordini ad ottobre e si ferma la produzione a Cassino

Leggi anche: Fiat, Alfa Romeo, Maserati e Jeep: le novità del Salone auto di Bucarest

La produzione di Alfa Romeo Giulia scende da 240 a 160/180 unità al giorno

Anche Alfa Romeo Giulia dà la prima delusione dal giorno della sua uscita, infatti a causa di un calo degli ordini piuttosto marcato che sta colpendo il mese di ottobre, la produzione di Giulia si fermerà il 31 ottobre e il 2 novembre. Ufficialmente questo avviene per lavori di adeguamento delle linee, ma in realtà fonti interne allo stabilimento di Cassino ci hanno rivelato che anche un calo degli ordini sta influendo su questa decisione.

A causa di ciò la produzione che attualmente era arrivata a 240 unità scende a 160-180  al giorno. In stabilimento si afferma che la riduzione è per ottenere una maggiore qualità produttiva. A questo punto la speranza è che le cose possano nuovamente migliorare grazie all’esordio di Alfa Romeo Giulia sul mercato inglese e giapponese. arrivano anche le prime critiche dal segretario di Fiom a Cassino Donato Gatti.

Lascia un commento

Loading…

Alfa Romeo e Jeep

Jeep e Alfa Romeo: in Francia si va verso punti vendita unici

Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo Stelvio: avviata gara creativa globale in vista del debutto